Forum Dislessia Online

Forum per genitori, dislessici, tecnici ed insegnanti sulla dislessia e i DSA. Scambi di esperienze, consigli e notizie.
Oggi è mar nov 21, 2017 2:48 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Consiglio
MessaggioInviato: mer dic 14, 2005 1:30 pm 
Non connesso

Iscritto il: mar dic 06, 2005 11:57 am
Messaggi: 31
Località: TRIESTE
Buongiorno a tutti,
sono nuova, ma è da un po' che seguo il forum e l'ho trovato
molto utile e interessante.
Io ho un figlio di 9 anni che ora frequenta la IV elementare.
L'anno scorso le insegnanti mi avevano detto che Matteo aveva qualche
difficoltà (ma non pensavano sicuramente alla dislessia) e per questo
mi sono rivolta ad un centro della mia città dove, dopo vari test è
emerso che è dislessico e disgrafico.
Le insegnanti chiaramente non credevano ai loro occhi quando ho consegnato la relazione e anche le circolari del Miur di cui non erano affatto a conoscenza.
La settimana scorsa sono stata al colloquio con le maestre e mi hanno detto che faranno una programmazione personalizzata, nel senso che gli obiettivi verranno abbassati un po' e che di più non si può fare perchè altrimenti ci vuole l'insegnante di sostegno.
Veramente io pensavo che la programmazione personalizzata si realizzasse con un diverso modo di insegnare.
Comunque non sono convinte della sua dislessia tanto che l'insegnante d'italiano mi ha detto:" Ma perchè proprio la dislessia?"
Come se io tra tante patologie fossi andata a scegliere questa, così solo perchè mi andava.
Dopo che ho consegnato loro la relazione ancora non sono convinte.
Ma vi pare possibile? Insistono col dire che loro avevano già bambini con dislessia e che erano diversi da Matteo. Secondo me loro sono convinte che sia ritardato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 14, 2005 2:13 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven mar 04, 2005 9:43 am
Messaggi: 56
Località: Milano-provincia
ciao Brinci,
immagino la tua amarezza nel "sentire" (spesso sono percezioni che noi mamme abbiamo forti e chiare) ciò che le insegnnati pensano di tuo figlio.
Tuttavia volevo chiederti se unitamente alla diagnosi di dislessia non gli sia stato somministrato anche il test del Quoziente intellettivo.
Se è così ,sottolinea prontamente che si trovano difronte ad un bambino con un quoziente intellettivo nella norma (o anche superiore).
A fronte di questo non dovrebbero semplificare il programma , ma la metologia di insegnamento e di verifica.
Un ulteriore consiglio che potrei darti è di farle incontrare con lo specialista che segue tuo figlio e lasciare a lui il compito di mediazione con loro in merito alle strategie e agli strumenti compensativi.
Un altra via percorribile è chiedere se nella scuola c'è il referente per la dislessia e coinvolgerlo.

Non arrenderti e non lasciare che con questi atteggiamenti possano intaccare l'autostima di tuo figlio.

coraggio, con calma e determinazione si può ottenere molto

Ciao

_________________
Chiara


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: non ci fare caso
MessaggioInviato: mer dic 14, 2005 3:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 04, 2004 12:57 pm
Messaggi: 55
Località: Roma
Non ci fare caso carissima, loro sono fatte così ..... Parlo al femminile, purtroppo, perchè è il caso più frequante data la "femminilizzazione" del mondo scolastico ma anche perchè, per esperienza personale, devo aihmè ammettere che le insegnanti donne sono in questi casi (non si sa perchè) le più cocciute.
Comunque....loro non ci credono mai anche perchè la dislessia non si vede ed è sempre molto comodo, piuttosto che porsi degli interrogativi, stabilire che i ragazzi sono pigri, distratti e scapocchioni e le mamme delle esagitate pazze!
Inoltre la certificazione dello specialista è un interessante ma non fondamentale pezzo di carta(straccia) e le circolari possiamo buttarle nel....dimenticatoio. Il ragazzo, poi, è proprio lui che "pretende" di non essere aiutato (sarebbe a dire che non vuole essere trattato da handicappato) e vuole fare tutte le cose che fanno gli altri!!!! Poi, come si sa, non si puo valutare la sua performance scolastica con parametri e indicatori diversi da quelli utilizzati normalmente, perche "non sarebbe giusto" ..... :!: :!: :!:
Mio figlio (3^ media) scrive, ad es, temi buoni ma con molti errori di ortografia e punteggiatura. Perciò, nonostrante tutti, proprio tutti, ammettano gli enormi progressi fatti dalla 1^ media, non si sposta da una valutazione mediocre. Ma lui aspira a qualcosa di più (si sa come sono fatti questi ragazzi, accidenti a loro, sempre così attacati al voto! :twisted: :twisted: )
Mia osservazione alla prof : ma data la disgrafia, che senso hanno tutte queste sottolineature ?
risposta: perchè lui si ostina a non fare la brutta? che dice se dopo la correzione io gli chiedessi di ricopiare il testo?
contro risposta: guardi che per lui non ha senso, ammesso che ricopiasse in maniera giusta le parole da lei corrette, sicuramente nel ricopiare braglierebbe a scriverne delle altre!
Lei mi guarda tra i sospettoso e il compassionevole: a beh, allora....come si può fare, mica posso non fare caso agli errori....non sarebbe regolare.
Questo nonostante a) diagnosi medicospecialistica, b) sua formale notifica (comprensiva di fotocopie delle famose circolari) al Dirigente Scolastico e a lei stessa come coordinatore di classe, c) riunione con la neuropsichiatra firmataria della suddetta diagnosi. MA (ed è un ma grosso come una casa) secondo lei è tutto informale....perchè "non è mica un handicap certificato" e quindi, come nel gioco dell'oca, eccoci ripartire tutti dal VIA !!!
Che ne parliamo a fare? La cosa peggiore è che non c'è alternativa: o lo trattano come un disabile (non sono contraria ai disabili....spero che non fraintendiate) oppure come un ignorante asino. Penso che sia un problema di tipo culturale e, purtroppo, ben venga una legge ma penso che ne dovrà passare acqua sotto i ponti perchè il sistema scolastico cambi questo strato spesso di sotto-cultura che etichetta tutto ciò che non è allineato. Intanto....
Scusatemi lo sfogo ma è proprio quello che penso, anche se ovviamente questo non mi impedisce di continuare a combattere. Però c'è da riflettere molto sui danni a volte irreparabili che tanto bigottismo procura ai ragazzi, a tutti non solo ai nostri!

_________________
anna


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer dic 14, 2005 8:49 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer dic 07, 2005 10:01 pm
Messaggi: 1
penso che sia semplicemente un caso di incapacità da parte dell'insegnante di ammettere di non aver saputo individuare il problema, purtroppo molti sono così: pur di non perdere la propria considerazione per se stessi è meglio continuare a dire che la dislessia non c'entra per niente e........chi se ne frega di un ragazzino che soffre perchè sapendo di essere intelligente non riesce ad esprimere il suo potenziale e ad ottenere dei risultati. Meglio questo che cercare di cambiare metodo: troppa fatica e poi "sono anni che insegno, sapessi quanti dislessici ho individuato!!!!!!" Se non ci fosse da piangere verrebbe da ridere di fronte a questi personaggi (questa definizione è in ossequio alle regole del forum)
ciao e coraggio, non mollare e pretendi che cambino metodo o convinci tuo figlio a cambiare sezione o scuola: con certa gente è inutile e c'è il rischio che il ragazzo abbia altri danni , parlo per esperienza personale
Darma

_________________
darma


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven dic 16, 2005 11:40 am 
Non connesso

Iscritto il: mar dic 06, 2005 11:57 am
Messaggi: 31
Località: TRIESTE
Grazie ragazze,
siete state veramente gentili
e le vostre parole mi hanno dato la forza
per andare avanti nella mia "lotta".
Adesso metterò al corrente la psicologa
e poi vedremo gli sviluppi.
Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven dic 16, 2005 2:17 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Messaggi: 4453
Località: Pesaro
Skype: betty--
Ho "riconosciuto" la dislessia di mio figlio in seconda elementare.
Preoccupata ne ho parlato con le insegnanti le quali mi hanno assicurato che il bambino era allo stesso livello degli altri e che, invece, dovevo tranquillizzarmi per il bene di Diego.
Le sue insicurezze, a dir loro, erano la direttaconseguenza della mia ansia!
Mi sono fatta un'autoanalisi, cercando di capire se davvero le difficoltà di mio figlio erano imputabili al mio conportamento. Ma più passava il tempo e più io mi sentivo in ansia.
Finalmente mio figlio è passato il prima media e questa volta l'insegnante di lettere ha accolto il mio dubbio: era la prima volta che non passavo per mamma pallosa e iperprotettiva!
Ho portato mio figlio dagli specialisti che hanno diagnosticato un d.s.a. e, non per rivalsa ma per semplice informazione, sono tornata delle maestre di mio figlio.
Sapete che mi hanno risposto dopo aver letto la relazione specialistica?
Che non era vero!
Ecco..... : tollero l'ignoranza da parte degli insegnanti ma non tollero assolutamente la presunzione!

Molto meglio un insegnante ignorante ma capace di riconoscere umilmente la propria scarsa conoscenza del problema (che secondo me li riguarda anche se non sono specialisti) che un insegnante che presume di sapere tutto!

Cara Brinci, tuo figlio non è ritardato, ficcaglielo bene in mente all'insegnante di tuo figlio e falle capire, con i dovuti modi, che quando non si conosce un problema, è meglio informarsi!
Soprattutto se il problema è relativo , non a numeri ma a materiale umano!

Elisabetta


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven dic 16, 2005 3:13 pm 
Non connesso

Iscritto il: lun nov 21, 2005 5:15 pm
Messaggi: 9
darma ha scritto:
penso che sia semplicemente un caso di incapacità da parte dell'insegnante di ammettere di non aver saputo individuare il problema, purtroppo molti sono così: pur di non perdere la propria considerazione per se stessi è meglio continuare a dire che la dislessia non c'entra per niente e........chi se ne frega di un ragazzino che soffre perchè sapendo di essere intelligente non riesce ad esprimere il suo potenziale e ad ottenere dei risultati. Meglio questo che cercare di cambiare metodo: troppa fatica e poi "sono anni che insegno, sapessi quanti dislessici ho individuato!!!!!!" Se non ci fosse da piangere verrebbe da ridere di fronte a questi personaggi (questa definizione è in ossequio alle regole del forum)
ciao e coraggio, non mollare e pretendi che cambino metodo o convinci tuo figlio a cambiare sezione o scuola: con certa gente è inutile e c'è il rischio che il ragazzo abbia altri danni , parlo per esperienza personale
Darma



E' vero! Sante parole

E te lo dice un'insegnante che in questo momento deve COMBATTERE per convincere i colleghi che hanno seguito il ragazzo per cinque anni, mentre io ci sono da settembre.

E ne potrei raccontare di assurdità! Vien voglia di comprare un mitra! :evil:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: ragazzi rovinati
MessaggioInviato: sab dic 17, 2005 11:08 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: dom ago 28, 2005 12:32 pm
Messaggi: 30
Località: Verona
E' vero, quanti ragazzi vengono rovinati dall'ignoranza e dalla presunzione degli insegnanti ( il mio figlio compreso) :cry:

_________________
mammaJennifer


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: MI ASSOCIO
MessaggioInviato: lun dic 19, 2005 10:58 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun ott 04, 2004 12:57 pm
Messaggi: 55
Località: Roma
Mi associo a tutto quanto detto e anche di più. Qui ci vorrebbe veramente qualcosa di forte per svegliare queste persone e costringerle a mettersi una mano sulla coscienza per i danni che con questi persistenti atteggiamenti provocano alla nostra vita.

_________________
anna


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010