Forum Dislessia Online

Forum per genitori, dislessici, tecnici ed insegnanti sulla dislessia e i DSA. Scambi di esperienze, consigli e notizie.
Oggi è lun ott 23, 2017 1:37 pm

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: ven ott 23, 2015 1:47 am 
Non connesso

Iscritto il: ven ott 23, 2015 1:41 am
Messaggi: 9
Buongiorno, vorrei sottoporre alla vostra attenzione un fatto che ha destato nei miei riguardi tanto interesse quanti interrogativi.
Sono uno studente con D.S.A. in procinto di discutere la tesi di Laurea di primo livello. Ho sostenuto TUTTI gli esami previsti nel mio piano di studi con l'ausilio delle (per me indispensabili) mappe concettuali, come la legge 170/2010 prevede nell'Art. 5
Tuttavia gli ausili come le suddette mappe, la tavola periodica degli elementi, la calcolatrice scientifica, i dizionari ed i formulari che vengono concessi per l'espletamento degli esami universitari (ma anche nei gradi d'istruzione inferiori), sono non solo NEGATI ma anche ritenuti "non ammissibili" quando si tratta di test d'accesso a numero programmato nelle Università (nota ministeriale 13672 del 6/8/2015 e linee guida allegate, trovate info qui: http://cnudd.di.unipi.it/Documenti%20co ... AMMATO.pdf )
Oltretutto per me la modalità scritta è di per sé penalizzante, tanto che la mia diagnosi prevede la conversione in interrogazione orale di tutte le prove di verifica a me sottoposte.
E' così che, dopo aver concluso il mio percorso triennale con due mesi in anticipo, senza mai aver avuto un esame "indietro", mi ritrovo estromesso dal mio corso di Laurea Magistrale in quanto ritenuto "non idoneo".
Sembra che gli strumenti compensativi siano "un diritto" oppure "un'agevolazione" o "la concessione di un favore" a seconda di come gira il vento.
Spero che, se non altro, qualcuno possa perlomeno venire a conoscenza del problema.
Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti e vi ringrazio per aver letto il mio messaggio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: test d'ingresso e DSA
MessaggioInviato: mar nov 03, 2015 4:34 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mer mar 22, 2006 3:05 pm
Messaggi: 284
Località: CAGLIARI
Ciao Gabriele!
Mio figlio, diplomato quest'anno, ha fatto i test d'ingresso per diverse facoltà e in tutti i test sostenuti l'unica "concessione" che gli è stata fatta è il 30% del tempo in più e l'utilizzo di una calcolatrice non scientifica.
Ha presentato la sua certificazione al S.I.A. (servizio inclusione apprendimento) e un tutor ha fatto richiesta alle varie Commissioni riguardo gli strumenti da utilizzare, ma per i formulari non c'è stato niente da fare, nessuna delle Commissioni gli ha accettati! :evil:
Essendo tali strumenti previsti per legge, mi chiedo come mai in gran parte delle università italiane, la legge sia disattesa!
Nel nostro piccolo l'unica cosa che abbiamo intenzione di fare è segnalare il problema alla sede dell'AID della nostra città!
La speranza è che arrivino molte segnalazioni e qualcosa, a livello nazionale, si muova!
In bocca al lupo per la Tua laurea =win


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: test d'ingresso e DSA
MessaggioInviato: gio nov 05, 2015 5:43 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Messaggi: 1460
Località: Frosinone
Ciao Gabriele, grazie per avere sollevato questa questione che ritengo molto importante.
Come hai detto già tu, la nota ministeriale è completamente incoerente con la Legge 170.
La lagge parla di diritto allo studio, di garantire gli strumenti compensativi e dispensativi nelle scuole di ogni ordine e grado, specifica che tali strumenti non aiutano lo studente dal punto di vista cognitivo, anzi rappresentano un valido ausilio per porre lo studente in condizioni di parità con agli altri.
Quindi è davvero assurdo che, dopo queste premesse, se ne vieti l'utilizzo ai test di ammissione perché ritenuti un'agevolazione, e poi se ne incoraggi l'utilizzo agli esami universitari dove tornano ad essere un mezzo per garantire l'uguaglianza tra gli studenti.
Bisogna andare a fondo alla questione. Dobbiamo fare qualcosa perché stiamo facendo un passo indietro di ben 5 anni!

_________________
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: test d'ingresso e DSA
MessaggioInviato: dom nov 08, 2015 7:42 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven ott 23, 2015 1:41 am
Messaggi: 9
Grazie a voi per esservi interessate al problema!

Dal mio canto posso dirvi che, nel mese di ottobre, ho contattato uffici, associazione ed opinione pubblica ma, dopo la prima reazione di empatia ed indignazione, ho potuto constatare l'entità dell'impotenza generale.
Piccola nota sull'AID: erano già al corrente della situazione ma, di fatto, non hanno mosso un dito per evitarla prima che succedesse ciò che era scontato accadesse.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: test d'ingresso e DSA
MessaggioInviato: mer nov 11, 2015 4:31 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven giu 12, 2009 12:07 pm
Messaggi: 98
Località: BUSSERO (MI)
Scuola: 1° Università -SCIENZE MOTORIE
Avete perfettamente ragione,
si è tornati indietro di ben 5 anni.... mio figlio ha iniziato quest'anno l'università e al momento uica concessione per gli esami è la calcolatrice e il 30% di tempo in più in quanto anche l'ufficio DSA dell'università conferma che il MUR con la comunicazione fatta a luglio 2015 ha decretato (al momento solo per i test d'ingresso ma molti atenei lo hanno preso anche per gli esami ai dislessici spetta solo il tempo in più...)
E la cosa che più mi spaventa è che l'associazione non fa nulla...
Come tutte le battaglie per i ragazzini e poi quando crescono ci si ferma ???? certo l'affluenza all'università non è come nelle elementari medie ecc... ma quindi i nostri ragazzi che si iscrivono con tanta fatica all'università ... ce li dimentichiamo ??? non li aiutiamo ????
scusate lo sfogo ma penso che sia molto importante che soprattutto l'associazione faccia qualche cosa ... come gruppo ...
Genitori uniamoci ... anche l'università è un diritto ... e se li abbiamo tanto aiutati e lottato perchè arrivino e termino le superiori perchè poi non siamo più supportati????
:evil: :evil: :evil: :twisted: :twisted: :oops: :oops: :oops:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: test d'ingresso e DSA
MessaggioInviato: ven nov 13, 2015 2:23 am 
Non connesso

Iscritto il: ven ott 23, 2015 1:41 am
Messaggi: 9
Signora, per quanto riguarda il test d'ingresso c'è una sola strada da intraprendere: quella di rivolgersi per tempo ad un avvocato (cosa che, se avessi anticipatamente, avrei fatto in prima persona).
Dico una sola perché, dopo aver contattato diverse persone che facevano parte di associazioni, la risposta è stata una soltanto, ovvero quella di rivolgermi all'AID che, per ciò che ho potuto constatare, fa un po' orecchie da mercante (sapevano benissimo da tempo quali fossero le linee guida del MIUR ma non hanno mosso un dito, facendoci svolgere il test d'ingresso nelle condizioni che ben sappiamo).

Il servizio SIA del mio ateneo è gestito da una cooperativa che lavora e sa lavorare benissimo, MIUR permettendo (chiaramente posso immaginare che non dappertutto funzioni così).
Per quanto riguarda gli esami però, le garantisco che è tutto un altro paio di maniche, dato che il MIUR in questo caso delega completamente l'Università .
Tuttavia, questo punto è cruciale: la delega del MIUR per gli esami fa sì che l'Università si renda responsabile delle violazioni di legge che avvengono al suo interno per cui:
- se è solo un professore a voler mettere i bastoni tra le ruote a suo figlio per l'utilizzo degli ausili ---> si deve presentare, previa richiesta scritta (da presentare SEMPRE prima di ogni esame al SIA!), alla prova d'esame con gli ausili + un tutor dell'Ufficio SIA che funge da testimone affinché la legge venga rispettata (se poi il professore continua, è passibile di denuncia).
- se è il servizio SIA ad essere di dubbia utilità ---> suo figlio dovrebbe cercare una figura detta "Garante degli Studenti" che esiste in alcuni Atenei e fornisce consulenza ed assistenza appunto agli studenti che hanno subito una lesione dei propri diritti da parte dell'Università; in contemporanea tartassi per benino i rappresentanti degli studenti, che potrebbero metterlo direttamente in contatto con il Rettore.

Secondo la mia opinione, gli studenti che hanno particolari necessità vengono a volte presi per "scemi"; sarebbe opportuno che la scuola iniziasse a capire che invece la realtà è ben diversa. A tal proposito, vi parlo per esperienza, non esiste arma migliore che la conoscenza del proprio disturbo (con annessi i relativi punti di forza ed i limiti individuali) ma, soprattutto dei propri diritti.

Un caro saluto!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: test d'ingresso e DSA
MessaggioInviato: ven nov 13, 2015 10:46 am 
Non connesso

Iscritto il: ven giu 12, 2009 12:07 pm
Messaggi: 98
Località: BUSSERO (MI)
Scuola: 1° Università -SCIENZE MOTORIE
Grazie Mille per i suggerimenti...
concordo nel fatto che occorre trovare i punti di forza e i propri diritti ma garantisco che è dura e a volte (tipo mio figlio ::) si è stanchi di lottare e quindi ci si adegua...(ha fatto primo esame di chimica scritto solo 30% tempo in più.... senza formulari e tutto a memoria ...) non oso immaginare cosa abbia combinato staremo a vedere.... poi ... ci muoveremo...
Non trovo giusto che l'AID non sia più così attiva... come ripeto tanto attivi fino alle superiori e poi il nulla,....
Buona giornata


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: test d'ingresso e DSA
MessaggioInviato: ven nov 13, 2015 12:45 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven ott 23, 2015 1:41 am
Messaggi: 9
A prescindere dal carattere di ciascuno, trovo sia profondamente ingiusto che insegnanti e istituzioni facciano ancora perdere tempo agli studenti con DSA.

Vedete un po' come va, certo è che stanno infrangendo la legge e, nel mio caso (parlo per me dunque), non ho nessuna intenzione di lasciar correre.
Lasciando correre, senza diagnosi alla mano e, conseguentemente, senza ausili, ho perso la bellezza di 4 anni di liceo, con gli ausili ho conseguito (ora posso dirlo) la laurea triennale in poco meno di tre anni. Non sono disposto a rinunciare ai miei diritti che, con tanta fatica, sono riuscito in questi ultimi anni a far valere.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven nov 13, 2015 1:58 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Messaggi: 1460
Località: Frosinone
Ho diviso L'argomento in questione dal topic a cui si appoggiava, perché ritengo sia importante, attuale e da evidenziare.
Gabriele22, Grazie per avere sollevato la questione :)

EDIT: ulteriori informazioni in questo argomento
viewtopic.php?f=2&t=12725

_________________
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven nov 13, 2015 4:24 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven ott 23, 2015 1:41 am
Messaggi: 9
Ho risposto di là. Grazie! =thx


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio gen 14, 2016 4:03 pm 
Non connesso

Iscritto il: ven ott 23, 2015 1:41 am
Messaggi: 9
Buongiorno, dopo un po' di tempo di aggiorno sull'andamento della mia situazione.

Ho presentato un ricorso al TAR Sardegna che, mio malgrado, ho perso.
Le motivazioni addotte sono state le seguenti:

"Ritenuta, ad un primo esame, la non consistente probabilità di esito favorevole del ricorso, in relazione alle censure dedotte della parte ricorrente, dovendosi ritenere che sia rimessa all'autonomia degli Atenei la valutazione in ordine alla concessione o meno di ausili ulteriori rispetto ai tempi aggiuntivi [...] il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (sezione prima) respinge l'istanza cautelare."

Lascio a voi i commenti.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar gen 19, 2016 2:41 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Messaggi: 1460
Località: Frosinone
Capisco ma non condivido. Nel senso che, in effetti le università non hanno colpa per essersi attenute alla circolare ministeriale.
Che rabbia, speriamo di riuscire a fare qualcosa con la petizione

_________________
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010